International Anti-Corruption Assembly

CSP “Parliamentary Center Studio” e IACA hanno firmato un accordo con la Tunisia

Il 9 febbraio 2017, a Roma, i nostri colleghi del CSP “Parliamentary Center Studio” hanno firmato un accordo con la Tunisia, sul Trattato Antiterrorismo, e hanno espresso il desiderio di una cooperazione positiva con noi.

È un passo molto importante verso la cooperazione con l’Italia.
Infatti, nel programma del III Forum Internazionale, il Congresso del 12 maggio 2017, che si terrà a Milano, sarà firmato il memorandum di cooperazione, e in futuro il progetto vedrà l’apertura di un dipartimento separato di O.I.N.G. Incontro internazionale anticorruzione a Roma.
In questa occasione, sarà ufficialmente nominato capo del dipartimento separato responsabile IACA di Roma, il dott. Francesco Maria Cutrupi.

Un accordo storico tra Italia e Tunisia, questo è il commento del direttore del progetto News italiano.
Durante l’incontro tenutosi il 9 febbraio 2016, durante il pranzo offerto dal Presidente della Repubblica della Tunisia Beji Caid Essebsi, presso l’Hotel Boscolo di Roma, hanno partecipato importanti imprenditori italiani e tunisini e il Direttore del Progetto Notizie Italia, Andrea Viscardi Il Presidente, anche Centro degli studi parlamentari, ha promosso una serie di progetti nel campo della sicurezza in Tunisia. Al suo fianco Gianni Barizza, proprietario di Electric Light Spa, leader nel settore della sicurezza degli impianti; Barizza e Viscardi, Lithossecurity rappresentano la Spa, quella come membro del consiglio di amministrazione e principale azionista, l’altra come direttore generale della comunicazione e dei rapporti istituzionali.

In effetti, è stata ratificata una collaborazione molto importante con le istituzioni governative tunisine, nel contesto della sicurezza, della lotta alla corruzione e dei controlli alle frontiere terrestri.

spina dorsale del “sistema di sicurezza” e “TFR: TUNISIA FACE RECOGNITION SYSTEM;
il TFR e ‘un’acquisizione, analisi e riconoscimento di dati particolarmente sensibili e tenuti segreti, che saranno’ effettuati dal Dipartimento di Medicina CSP presieduto dal Prof. Francesco Maria Cutrupi.

L’ampio monitoraggio, consentirà la sicurezza dei confini tunisini, fornendo supporto alle forze di polizia locali e internazionali per il controllo del territorio con impatto chiaro e positivo a tutti i livelli.
Appare evidente che le relative operazioni di intelligence ai TFR si inseriscono in un contesto investigativo piu ‘ampio, al fine di offrire un adeguato supporto alle autorita’ competenti per la lotta alla corruzione, causa manifesta della maggior parte dei fenomeni di sfruttamento delle masse in ‘clandestina immigrazione.
Infatti, le sofisticate tecniche di identificazione, estremamente complesse, tra cui una genotipizzazione individuale mediante analisi del DNA, hanno effettuato valutazioni, insieme ad altre, dal Prof. Francesco Maria Cutrupi e dal team diretto da lui.

Please follow and like us:

28.02.2017


Previous Post

Next Post